Grrandate, via le addette alla pulizia  Disagi in municipio e negli ambulatori
Un cestino da svuotare nel municipio di Grandate

Grrandate, via le addette alla pulizia

Disagi in municipio e negli ambulatori

Le due dipendenti della ditta che aveva vinto l’appalto hanno lasciato l’incarico. Il sindaco: «Sospesi i pagamenti alla ditta, non faceva il suo dovere»

Niente pulizie in municipio e negli ambulatori di Grandate: le inservienti hanno restituito le chiavi. Da qualche giorno i locali del Comune, quindi gli uffici di villa Franchi Borella, ma anche gli studi usati dai medici in via Parini e gli spazi comuni delle case per anziani del Bustigo 2, non vengono puliti.

Le dipendenti della ditta che ha in gestione l’appalto hanno dato le dimissioni, riconsegnando le chiavi in municipio. Le due donne, grandatesi, non vogliono raccontare le motivazioni che le hanno spinte a prendere questa decisione. Una di loro però conferma l’accaduto e fa presente che gli stipendi a fine mese arrivavano con molta difficoltà e lei aspetta ancora il salario di ottobre.

Il risultato è che i cestini e le scrivanie del sindaco e degli assessori non sono più impeccabili. Anzi, i disagi maggiori però ricadono sugli ambulatori per ovvie ragioni sanitarie.

A dare notizia del disservizio è il consigliere Dario Lucca che tramite social network ha ironizzato offrendosi volontario per rassettare e mettere in ordine il municipio. «Abbiamo già sospeso i pagamenti alla ditta – dice il sindaco Monica Luraschi – non so quali siano i loro problemi, ma non svolgono il loro dovere». E spiega: «Il disagio ha riguardato comunque pochi giorni, niente drammi. Daremo il compito con un affidamento in urgenza ad un’altra realtà e poi troveremo un nuovo soggetto».

Altri dettagli sul giornale in edicola mercoledì 6 dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA