L'incendio “dorme” nel sottobosco  Tavernerio ora aspetta la pioggia  Il video dei pompieri sul Boletto
La devastazione a Tavernerio: sono andati distrutti centinaia di ettari di bosco

L'incendio “dorme” nel sottobosco

Tavernerio ora aspetta la pioggia

Il video dei pompieri sul Boletto

I volontari stanno passando metro per metro la zona, per scongiurare altri focolai

A Tavernerio si aspetta come manna dal cielo la pioggia, che dovrebbe essere prevista tra sabato notte e domenica.

Non è esagerato definirla manna, perché gli oltre 250 ettari di bosco, andati a fuoco tra venerdì scorso e mercoledì, sono ancora a rischio riprese: solo una pioggia abbondante e duratura potrà raffreddare il sottobosco e scongiurare definitivamente i pericoli.

La lettiera, il primo strato sotto il terreno boschivo, è infatti ancora surriscaldata e i volontari dell’Antincendio boschivo sono costantemente al lavoro per monitorare la situazione, bonificare ed evitare che l’incendio riprenda. Quelli che sono stati ribattezzati gli angeli sono al lavoro da una settimana, guidati dal caposquadra di Tavernerio, Stefano Casartelli: su e giù per i boschi, le colme e gli spartiacque di montagna, prima per spegnere l’incendio, con l’aiuto dal cielo di elicotteri e canadair, ora per evitare che riprenda e bonificare la zona.

Un lavoro certosino, metro per metro, per verificare tutto.

Intanto i vigili del fuoco hanno diffuso un loro filmato dell’intervento in prima linea

© RIPRODUZIONE RISERVATA