Referendum a Lanzo, Pellio e Ramponio  Vince il sì alla fusione con il 66% dei voti
Il voto al seggio di Ramponio Verna (Foto by Francesco Aita)

Referendum a Lanzo, Pellio e Ramponio

Vince il sì alla fusione con il 66% dei voti

Hanno votato in 1402 su 2670. Nasce il Comune Alta Valle Intelvi

Lanzo Intelvi, Pellio Intelvi e Ramponio Verna da domenica 20 novembre 2016 sono un solo Comune. Il referendum che ha portato alle urne 1402 elettori dei tre paese ha visto stravincere i favorevoli alla fusione con 927 voti (66,11%) che hanno doppiato i 463 contrari (33,02%). Nessun dubbio anche sulla denominazione del nuovo maxi Comune di tremila abitanti. Si chiamerà Alta Valle Intelvi.

Ampio servizio su La Provincia in edicola lunedì 21 novembre 2016

Così alle 21. Alla fine la soglia del 50% degli elettori al referendum è stata raggiunta e superata. In tutti i tre Comuni che hanno approvato o bocciato - lo scrutinio è appena iniziato - la proposta di fusione tra Lanzo Intelvi, Pellio Intelvi e Ramponio Verna. Alle 21, quando sono state chiude le urne, i votanti sono stati 1402 su 2670 pari al 52,50% degli aventi diritto. A Lanzo si sono recati alle urne in 722 su 1409 (51,24%), a Pellio in 440 su 826 (53,26) e a Ramponio Verna in 240 su 435 (55,17%. Il 10 ottobre 2016 San Fermo e Cavallasca hanno votato favorevolmente alla fusione portando ai seggi il 45,13% degli aventi diritto con un picco del 55,20% a Cavallasca e il 38,85% a San Fermo della Battaglia.

Così fino alle 19. Quasi un elettore su due ha votato prima delle 19 per promuovere o bocciare la fusione tra i Comuni di Lanzo Intelvi, Pellio Intelvi e Ramponio Verna, oltre a decidere la nuova denominazione del maxi Comune in caso di vittoria del sì. A due ore dalla chiusura dei seggi hanno votato in 1245 su 2670 (46,62%). Solo a Ramponio Verna è stato superata la soglia del 50%: i 221 votanti su 435 aventi diritto ha raggiunto il 50,80%. Appena sotto questa soglia la partecipazione al referendum a Pellio Intelvi dove in 412 si sono recati alle urne su 826 iscritti pari al 49,87%. La rilevazione a Lanzo Intelvi è avvenuta alle 18e ha registrato una partecipazione del 43,43% degli aventi diritto frutto di 612 votanti su 1.409 elettori complessivi. Va ricordato che a questa tornata referendaria ci sono tra i 2670 elettori ben 360 italiani residenti all’estero (13,48%) con pieno diritto di voto che può essere espresso solo attraverso la presenza al seggio. I seggi restano aperti fino alle 21, lo scrutinio delle schede inizierà subito dopo.

Il seggio di Scaria, frazione di Lanzo Intelvi

Il seggio di Scaria, frazione di Lanzo Intelvi

Così fino alle 12. Alle 12 due elettori su dieci si sono recati ai seggi per partecipare al referendum sulla fusione tra i Comuni di Lanzo Intelvi, Pellio Intelvi e Ramponio Verna, e decidere il nome del maxi Comune, in caso di vittoria dei sì alla fusione. Tre le opzioni: Alta Valle Intelvi, Belvedere d’Intelvi e Alto Piano d’Intelvi. Sono stati 556 sui 2.670 aventi diritto, a votare entro le 12. Tra loro il sindaco di Lanzo, Enrico Manzoni. Proprio a Lanzo il maggior numero di votanti (272) su 1.409 elettori pari al 19,30%. Alla stessa ora a Pellio Intelvi avevano votato in 176 (su 826) per il 21,30 del corpo elettorale, mentre a Ramponio Verna si è registrata l’affluenza più rilevante in termini percentuali: il 24,82% risultato di 108 votanti su 435 aventi diritto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA