REFERENDUM FUSIONI  No alla “Grande Cernobbio”  Bocciata anche l’unione  tra Albiolo, Rodero e Valmorea
Il municipio di Cernobbio

REFERENDUM FUSIONI

No alla “Grande Cernobbio”

Bocciata anche l’unione

tra Albiolo, Rodero e Valmorea

L’unico sì in Valle Intelvi tra San Fedele, Castiglione e Casasco

I cittadini hanno bocciato due delle tre ipotesi di fusione alle quali erano chiamati a dare un parere con il referendum di domenica, abbinato alla consultazione sull’autonomia regionale della Lombardia.

Il caso più clamoroso a CERNOBBIO dove il fronte del “No” ha stravinto anche nel comune più popoloso con il 64,88 per cento dei voti. Pollice verso anche a Carate Urio. Come è noto, basta l’opposizione di un Comune per far saltare l’intero progetto.

E’ quando avvenuto nell’olgiatese dove il no di ALBIOLO ha fatto saltare l’unificazione con Rodero e Valmorea. L’unico sì alle fusioni arriva da San Fedele, Castiglione e Casasco. tre sì che hanno dato vita al nuovo comune di CENTRO VALLE INTELVI.

Su La Provincia di Como di martedì 24 ottobre voti e commenti

© RIPRODUZIONE RISERVATA