Sfonda il parapetto con l’auto  e finisce nel lago: illeso

Sfonda il parapetto con l’auto

e finisce nel lago: illeso

Como, incidente nella notte in via per Cernobbio - Il lago basso forse decisivo per evitare una tragedia

Un incidente stradale spettacolare. Fortunatamente solo questo, senza conseguenze gravi per nessuno, auto a parte. Un automobilista, nella notte, ha perso il controllo della sua Golf mentre percorreva la via per Cernobbio e, all’altezza di villa Sucota, ha sfondato il parapetto ed è finita nel lago.

Fortunatamente, complice anche il livello basso dell’acqua, che è a meno dieci centimetri dallo zero idrometrico (a un metro e trenta dalla soglia di esondazione) il conducente della vettura è riuscito ad uscire autonomamente dalla vettura senza bisogno che intervenissero i soccorsi.

Indispensabile, invece, l’intervento dei vigili del fuoco di Como che - con autogru al seguito - si sono dovuti impegnare in una complessa operazione di recupero della vettura.

Per ore, dunque, la via per Cernobbio è rimasta chiusa al traffico. Per ricostruire la dinamica sono intervenuti i carabinieri di Como.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (6) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
carlo sampietro scrive: 20-03-2017 - 11:40h
L'ultima volta che è successo, tra Villa Olmo e Villa Flori, un uomo è morto... Si, credo che un cero al giorno dovrebbe bastare...
Renato Calligher scrive: 19-03-2017 - 20:32h
Ma porca miseria......andare un po più piano, non fa male alla vita, questo ragazzo o uomo, per tutta la vita deve andare tutti i giorni in chiesa e accendere una candela
Massimo Caronti scrive: 19-03-2017 - 16:10h
Povera ringhiera...A quando un serio Guardrail...?
Robert Spungiròò scrive: 19-03-2017 - 10:48h
Certo è che una serie di fortunate coincidenze hanno fatto sì che tutto finisse bene, in primis per il conducente che è praticamente illeso, spavento a parte, in secundis per il carrozziere o concessionario che avranno il loro buon tornaconto....resta però una sola amara considerazione: ma, visto che i parapetti del lungo lago per Cernobbio sono belli ma antidiluviani e non reggono manco una bicicletta, non si potrebbe rifarli ugualmente belli ma resistenti? invece di fare inutili piazze autocelebrative che già vanno a pezzi....idea balzana? temo di sì viste le attuali amministrazioni....
Vedi tutti i commenti