Tavernerio, cena per ringraziare  i volontari antincendio
Foto di gruppo per i volontari dell’anticendio che hanno combattuto contro le fiamme

Tavernerio, cena per ringraziare

i volontari antincendio

Il sindaco: «Non volevano mai riposare Hanno lavorato con abnegazione

I numeri, ma soprattutto i volti delle persone che volontariamente hanno lavorato per nove giorni per domare il vasto incendio che dal 27 ottobre al 4 novembre ha devastato prati e boschi a monte del paese, sulle pendici del Boletto.

Sabato sera amministrazione comunale e semplici cittadini hanno voluto ringraziare tutti i volontari delle squadre Antincendio boschivo e i vigili del fuoco, che sono intervenuti nei giorni dell’emergenza. Auditorium di via Provinciale gremito di volontar. Numeri notevoli, come ha sottolineato Amedeo Gelpi, responsabile della Comunità montana: «È stato un incendio davvero eccezionale. Sono intervenuti: nove elicotteri della Regione, sette canadair e le persone impiegate a spegnere l’incendio sono state complessivamente 350 – ha spiegato Gelpi – Si tratta di un evento al quale si poi unito l’incendio sul versante opposto, a Veleso. Sono stati interessati i territorio di sette Comuni. Si vince col lavoro di squadra e il coordinamento tra enti e istituzioni».

«Il territorio ha risposto con grande generosità».ricorda la vicesindaco, Federica Trombetta che ringraziato il Bar Meggie e il Bar Leo che hanno offerto colazioni ai volontari, il Panificio Olly e Fumagalli Salumi per i trecento e passa panini imbottiti.

I dettagli su La Provincia in edicola lunedì 19 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA