Tavernerio, spento l’incendio  Ma non è ancora finita
L’elicottero ancora in azione ieri mattina

Tavernerio, spento l’incendio

Ma non è ancora finita

Distrutti oltre 250 ettari di bosco. Prosegue però la bonifica per evitare che si riaccendano altri focolai

«L’incendio non si può definire ancora finito e l’allarme resta alto».

Queste le parole dei volontari antincendio boschivo della Protezione Civile, che ieri pomeriggio monitoravano, attrezzi e zappette alla mano, la situazione sui monti di Tavernerio, devastati da un incendio che dura da sei giorni.

Le fiamme sono spente e il fumo è calato, ma non può ancora essere dichiarato il cessato allarme. Oltre 250 ettari di bosco sulle pendici del Boletto e del Bolettone sono andati completamente distrutti: una ferita per chi comeStefano Casartelli che, oltre che caposquadra antincendio, è nativo di Tavernerio e conosce palmo a palmo boschi e montagne.

Ieri Casartelli e altri venti volontari di squadre provenienti anche da Monza, monitoravano la situazione. Sul posto anche due Vigili del fuoco.

I dettagli su La Provincia in edicola giovedì 2 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA