Ticino, autovelox mobili  segnalati dal primo luglio  Ma non in autostrada
L’autovelox della Polizia stradale italiana

Ticino, autovelox mobili

segnalati dal primo luglio

Ma non in autostrada

La Polizia ogni settimana pubblicherà l’elenco delle strade che saranno interessate dai controlli. Non dovranno avvisare, però, in caso di utilizzo del radar mobile in autostrada o con auto civetta e “pistole laser”

Dal primo luglio i controlli di velocità effettuati sulle strade ticinesi con apparecchi radar mobili dovranno essere segnalati, secondo quanto recentemente stabilito da Governo e Parlamento. La Polizia cantonale pubblicherà un comunicato stampa ogni settimana, accompagnato da un messaggio sui propri profili in Facebook e Twitter e sull’applicazione per dispositivi mobili «Polizia e territorio».

Lo si legge in un comunicato diffuso oggi dal Dipartimento delle Istituzioni del Canton Ticino

Nell’aprile del 2016 il Gran Consiglio ticinese ha modificato la prassi in materia di controlli di velocità sulle strade ticinesi, stabilendo il principio che la posizione degli apparecchi mobili deve essere segnalata. Dopo una serie di esperimenti sul campo e un confronto con le prassi in vigore in altri Cantoni, il Consiglio di Stato ha deciso che l’informazione agli automobilisti dovrà avvenire evitando di annullare completamente l’efficacia dei controlli. A questo proposito la Polizia cantonale e le comunali hanno negli scorsi mesi definito un coordinamento delle loro attività di controllo della velocità. Il nuovo sistema – che entrerà in funzione a partire dal 1. luglio – prevede perciò che ogni settimana vengano resi noti, tramite i canali ufficiali della Polizia cantonale, i Distretti e i Comuni nei quali saranno effettuati controlli della velocità tramite apparecchi mobili.

Nel dettaglio, settimanalmente entro le ore 18 del venerdì, saranno pubblicate le informazioni sui controlli radar effettuati la settimana successiva tramite un comunicato stampa (sul sito www.polca.ti.ch) e messaggi sui profili Facebook e Twitter della Polizia cantonale, e sull’applicazione per dispositivi mobili «Polizia e territorio».

Dalle segnalazioni saranno comunque esclusi i rilevamenti con vetture civetta e i controlli mediante pistola laser, che sono utilizzati solo per contrastare infrazioni gravi alla Legge federale sulla circolazione stradale. La nuova prassi non si applicherà inoltre ai controlli mobili sulla rete autostradale, considerato il parere negativo espresso dall’Ufficio federale delle strade (USTRA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA