Il bilancio degli incendi nel Comasco:  distrutti 400 ettari di bosco  E il fuoco non è ancora domato (Il video)
L’incendio di Veleso visto da Tavernola (Foto by Andrea Butti)

Il bilancio degli incendi nel Comasco:

distrutti 400 ettari di bosco

E il fuoco non è ancora domato (Il video)

Continua l’incessante lavoro da parte dei Vigili del fuoco e dei volontari dell’antincendio dopo la paura di domenica, in particolare nei comuni di Veleso e Tavernerio (il video dell’intervento)

Non sono stati ancora del tutto domati gli incendi che da giorni stanno divorando i boschi del Comasco. E il primo bilancio fa impressione: distrutti 400 ettari con danni davvero ingenti. Senza contare la grande paura per gli abitanti. La dorsale Boletto-Bolettone, sopra Tavernerio, Albese e Albavilla, e le pendici del San Primo sopra Veleso sono diventate un autentico campo di battaglia con una cinquantina di persone impegnate e otto mezzi aerei a disposizione.

Anche nella giornata di lunedì le operazioni sono continuate: Vigili del fuoco e volontari della Protezione civile e dei servizi antincendio sono riusciti comunque a circoscrivere le fiamme, che non minacciano più le abitazioni. Preoccupazione da parte dei sindaci dei Comuni interessate mentre in prefettura a Como si è riunito il Comitato per l’Ordine e la sicurezza per organizzare un servizio straordinario di controllo del territorio. Questo perché tutti gli incendi, secondo le prime indagini, sono dovute alla mano dell’uomo. Piromani che hanno appiccato il fuoco, poi alimentato dal vento e dalle particolari condizioni di siccità.

Su La Provincia di martedì 31 i racconti e le testimonianze

Proprio grazie al tempestivo intervento gran parte dei caseggiati nei boschi sono stati risparmiati dalle fiamme. In aiuto anche i vigili del fuoco di Milano che con l’elicottero hanno tratto in salvo alcuni escursionisti - tra loro anche un bambino - minacciati dall’incendio mentre stavano trascorrendo la loro giornata di festa nella zona dell’Alpe Colmenacco, a 1.281 metri.

Una delle baite minacciate dal grande incendio

Una delle baite minacciate dal grande incendio
(Foto by Stefano Bartesaghi)

Le forti raffiche di vento e la siccità prolungato hanno creato le condizioni favorevoli per il propagarsi delle fiamme. L’elicottero dei vigili del fuoco è dunque intervenuto per portare gli escursionisti in un luogo sicuro e nella mattinata di lunedì è intervenuto il Canadair a dare manforte alle decine di persone mobilitate per fronteggiare le fiamme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA