Volontariato e sinistra in lutto  È morto Enzo Arighi
Enzo Arighi attivista dei diritti civili, a un gazebo per il “no” all’ultimo referendum (Foto by Carlo Pozzoni)

Volontariato e sinistra in lutto

È morto Enzo Arighi

Esponente dell’antagonismo comasco, aveva 64 anni. «Grande polemista, era sempre in prima fila». I funerali a Casnate mercoledì alle 14

«Attivista caparbio, generoso e instancabile». Sono alcune fra le parole più utilizzate per descrivere Enzo Arighi, venuto a mancare lunedì, a 64 anni, stroncato da un male incurabile dopo una vita intera spesa nel sociale e nella militanza politica. Impiegato in banca e sindacalista prima della pensione, è stato un volto storico della sinistra lariana.

In molti oggi hanno ricordato il suo impegno, la costante presenza e la passione. «Per un certo periodo – racconta il consigliere comunale comasco di Paco-Sel Luigi Nessi – si era avvicinato a Paco. Era un generoso, portava avanti battaglie sempre per i più deboli e i fragili».

Personaggio fuori dagli schemi, ha partecipato a tutte le avventure e ha frequentato, negli anni, sempre con voce critica, una buona parte dei partiti di sinistra e di chi si schierava apertamente contro alcune concentrazioni di potere economiche.

È stato riferimento comasco di Attac Italia e si è speso molto per le consultazioni referendarie, in particolare contro la privatizzazione dell’acqua e la recente riforma della Costituzione. Arighi lascia la moglie Angela e la figlia Stefania. I funerali sono previsti domani, mercoledì 11 gennaio alle 14, nella chiesa parrocchiale di Casnate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Molteni Massimo scrive: 10-01-2017 - 21:56h
ci facevi arrabbiare anche quando condividevamo le tue idee, e forse ti abbiamo voluto bene anche per questa tua incontenibile irruenza... che la terra ti sia lieve compagno Enzo!