Zuckerberg «pubblicità senza pari  Valore del lago centuplicato»
Mark Zuckerberg profilo facebook di Zuckerberg

Zuckerberg «pubblicità senza pari

Valore del lago centuplicato»

Elena Renzi, wedding planner di Lake Como Weddings a Cernobbio, dice che l’effetto Zuckerberg sarà pari all’effetto Clooney e Guerre stellari

C’è l’effetto Guerre Stellari. L’effetto Clooney e adesso c’è anche l’effetto Zuckerberg.

«È una pubblicità senza pari - dice Elena Renzi wedding planner titolare dell’agenzia Lake Como Weddings, in strettoia a Cernobbio -. Un colpo impressionante per Il Sereno e la Pliniana di Torno che hanno aperto subito con il botto, ma anche per tutto il lago».

Se è bastato un film per portare villa Balbianello ai livelli di matrimoni in cui è oggi, figurarsi la presenza del fondatore di facebook che ha 77 milioni di seguaci.

«Ormai con i social è questione di un secondo - dice ancora la wedding planner -. Uno clicca e arriva subito a Torno e a Villa Pliniana. Poi fa come facciamo tutti noi, magari va lì perchè se lo può permettere,magari va da un’altra parte, magari quando è qui va al Tirlindana come Zuckerberg, o al Gatto Nero, al Vapore o al Glicine oppure cerca Como burger. Ma intanto arriva perchè sa che è una garanzia. Il passaparola funziona anche con gli stranieri e i miliardari non famosi, ma è ovvio che quando è un nome come Zuckerberg, le potenzialità del lago centuplicano e il valore diventa inestimabile.

Un po’ come successo con Mauro Icardi e Wanda Nara al Gran hotel Tremezzo. «Intanto l’entourage ha focalizzato il week end del calciatore e ha archiviato l’informazione, “lì si sta da re, posso andarci anch’io”». Lo stesso vale per le nozze con l’ospite d’onore da 54 miliardi di dollari ricevuto dal Papa.

«Noi abbiamo anche sposi miliardari che prenotano villa d’Este per tutti i loro ospiti ma non sono famosi - dice ancora la Renzi -. L’anno scorso avevamo una cerimonia con 40 invitati di 7 nazionalità diverse perchè adesso è cosi, lo sposo e la sposa magari hanno studiato in più Stati e quindi gli ospiti arrivano un po’ da tutte le parti e il passaparola è globale. Ora avremo un matrimonio arabo con uno sceicco del Dubai, ma ci sono anche invitati che devono trovare un albergo in base alle loro possibilità, che non sono sempre il cinque stelle. Per questo è una pubblicità impagabile per tutti dai barcaioli, ai negozi, al fiorista». n 
Anna Savini

© RIPRODUZIONE RISERVATA