Aggressione in via Giulini    Spinte e graffi dopo i vandalismi
Il custode della palestra di via Giulini mostra i vetri rotti dai vandali (Foto by Butti)

Aggressione in via Giulini

Spinte e graffi dopo i vandalismi

La vittima è il cognato del custode della palestra. I responsabili, un gruppo di ragazzi già visti in zona, sono fuggiti

Aggressione martedì pomeriggio, poco prima delle 17, a Como Borghi. A farne le spese un uomo che, cercando di allontanare un gruppo di cinque giovani che erano appostati davanti alla casa del custode, è stato aggredito da uno dei ragazzi del gruppo, poi seguito da un secondo.

Alla richiesta di allontanarsi dalla porta e abbandonare la zona uno dei cinque ragazzi - il gruppo coinvolto era formato da tre maschi e due femmine - ha assalito l’uomo graffiandolo. Un altro ragazzino è poi sopraggiunto dando manforte all’aggressore. Alla reazione dell’uomo, sono iniziati spintoni e botte. L’aggressione è terminata con l’arrivo delle forze dell’ordine, chiamate dal custode della palestra, e con la fuga degli aggressori e del resto del gruppo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (5) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Renato Calligher scrive: 11-08-2017 - 17:46h
Ricky Dagiussano......secondo te, di chi è la colpa????
ricky.dagiussano
Ricky Dagiussano scrive: 10-08-2017 - 15:23h
sarà colpa della globalizzazione, o di roma ladrona, o del Sud...
casamamma
Liu Tenent scrive: 10-08-2017 - 14:44h
@Sergio M.; Identificarli sarà si facile, ma punirli sarà difficile oramai. Il giorno dopo questi sono ancora in giro a fare fesserie. Vedrai.
Sergio M scrive: 10-08-2017 - 11:45h
Immagino che con tutte le telecamere installate sia un gioco da ragazzi identificarli...
Vedi tutti i commenti