FRANA AD ARGEGNO IL VIDEO    Regina a senso unico alternato  Caos in Valle d’Intelvi
La frana ad Argegno che blocca la Statale Regina (Foto by Selva)

FRANA AD ARGEGNO IL VIDEO

Regina a senso unico alternato

Caos in Valle d’Intelvi

Le forti piogge della notte hanno fatto crollare un muro che ha travolto un’auto di passaggio - Nessun ferito - Riaperta alle 15 una corsia, traffico a senso unico alternato

Frana questa mattina all’alba ad Argegno, sulla statale Regina, tra l’innesto della strada per Schignano e la piazzetta del paese. Un muro di contenimento ha ceduto ed è crollato a causa delle di forti piogge che da ieri pomeriggio stanno cadendo su tutta la provincia. Una valanga di fango e massi si è abbattuta sulla strada bloccando di fatto la statale Regina.

Il muro - già interessato da un crollo in passato - ha ceduto proprio mentre stava passando una Renault guidata da una donna: l’auto è rimasta colpita in parte dai detriti, ma per fortuna la donna è illesa.

http://www.laprovinciadicomo.it/videos/video/argegno-frana_1033829_44/


(Foto by foto del lettore Matteo Rovelli)

I vigili del fuoco sono al lavoro fin dalle prime ore di questa mattina per mettere in sicurezza sgombrare la strada. Ad Argegno sono anche arrivate le squadre dell’Anas. Grazie a questo cantiere d’emergenza, alle 15 la Regina è stata riaperta a senso unico alternato, con il traffico regolato da semafori, ma la situazione resta comunque critica.

Il muro di contenimento crollato si trova sotto a un paio di case, di proprietà di villeggianti: da un primo accertamento pare che le abitazioni non rischino.

San Giorgio, gli stand devastati dal vento

San Giorgio, gli stand devastati dal vento

La chiusura della strada ha causato lunghe code e pesantissimi disagi non solo sulla Regina ma anche in valle d’Intelvi; in un primo momento infatti le auto venivano deviate verso Schignano per chi arriva da Como e verso San Fedele per chi arriva da Menaggio: una deviazione che allunga di quasi tre quarti d’ora il tragitto di chi deve scendere verso Como o salire verso la zona dell’Altolago. È dovuta intervenire anche la Protezione civile per regolare il traffico.

Gli acquazzoni della notte hanno causato anche altri danni: i vigili del fuoco di Como sono dovuti intervenire a Parè per tagliare una pianta che si era abbattuta su alcuni cavi dell’Enel. Problemi anche in altre zone della provincia dove il vento ha danneggiato alcuni tetti causando infiltrazioni d’acqua in diverse abitazioni. Infine solito allagamento del sottopasso di Lazzago, all’uscita dell’Autostrada, a Como.

A Como in mattinata il vento ha distrutto gli stand e le coperture della Sagra Gioventù in corso nel piazzale dell’hangar. Gli organizzatori dell’oratorio di San Giorgio sono stati costretti a sbaraccare e a chiudere anticipatamente la giornata.

Il maltempo proseguirà oggi e domani in mattinata. Poi da lunedì pomeriggio è previsto un miglioramento delle condizioni

© RIPRODUZIONE RISERVATA