Como, cantiere lungolago  I primi passi nella piazza riaperta
Riaperto un tratto di passeggiata, ieri, nella zona di Sant’Agostino (Foto by foto butti)

Como, cantiere lungolago

I primi passi nella piazza riaperta

Un tratto di passeggiata è “libero”La gioia dei comaschi nella zona di Sant’Agostino. «Era ora, i miei figli non hanno mai visto il lago...»

Como

Lungolago, aperto un tratto di passeggiata verso Sant’Agostino.

Sparite le palizzate, comaschi e turisti si sono riappropriati ieri pomeriggio della zona vicina al chiosco Al Molo. L’area è tornata fruibile, al pari della “piazza” - con pavimentazione provvisoria in porfido - verso viale Geno, di fronte alla stazione ferroviaria.

Le novità sono il frutto degli interventi di riqualificazione finanziati dalla Regione, decisa a completare il progetto su tutto il fronte lago entro giugno.

Ieri, inoltre, gli operai hanno continuato a lavorare per “smontare” l’ex biglietteria della Navigazione, davanti a piazza Cavour, ormai pronta per diventare - come previsto - una terrazza affacciata sul lago.

A Sant’Agostino ora c’è una spianata pulita di porfido, al posto della ferraglia e delle palizzate che nascondevano il lago. Per i comaschi quasi un miraggio.

I commenti dei cittadini

«Era ora! – afferma decisa Mariangela Pagani che ieri pomeriggio si è seduta comodamente sull’unica, per ora, panchina disponibile – Speriamo bene».

Sulla bici un bimbo si bea della nuova pavimentazione, insieme alla sorellina di 9 anni e alla mamma, Anna Lorusso:«Il cantiere è iniziato prima che lei nascesse. I miei due figli non hanno mai visto il lungolago, ora finalmente cominciamo a goderci la passeggiata».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (5) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
luca boselli scrive: 20-05-2017 - 22:24h
@silvia: ma sei certa che c'è un cartello che vieta il pic-nic? A me non pare; fosse vero mi parebbe qualcosa di veramente vecchio, non trovi?
Carlett61
carlo sampietro scrive: 20-05-2017 - 11:57h
@Sergio M, @Silvia French, purtroppo la cura per la cafonaggine, non è particolarmente democratica. Due pattuglie di Vigili Urbani alla vecchia maniera risolverebbe il problema. Purtroppo Vigili di quello stampo non c'è ne sono più, non per loro colpa... ma per tutta una serie di motivi per i quali, cafoni e prepotenti sono protetti. E non migliorerà...
Sergio M scrive: 19-05-2017 - 12:31h
Finalmente le cose procedono spero riescano a sistemare il lungolago al più presto e in modo "decente". Ciò che manca, da sempre, è una più attenta pulizia e vigilanza. Proprio in questi giorni nella nuova passeggiata al lago nonostante cartelli di divieto c'è gente che transita in bicicletta "anche a gruppi", c'è il divieto di fumare ma viene ampiamente ignorato e i mozziconi per terra sono sempre li a fare da tappeto. L'inciviltà è una realtà ma anche la mancanza di controlli e sanzioni sono altrettanto reali.
icingonthecake
Silvia French scrive: 19-05-2017 - 12:30h
Chissa se i gestori della citta hanno pensato alla necessita di mettere dei controlli per evitare che i nuovi spazi di aggregazione siano abbandonati all'incuria umana?? Domenica...in passeggio sul lungo lago...ho avuto il piacere di incontrare 2 nuovi ospiti che urinavano sulla palizzata a fianco dell'entrata della Passaggiata degli amici di Como..ad un metro dai giochi dei bambini....per nn parlare dei 2 gruppetti di attempate turiste che....nonostante i divieti di picnic e calpestare il prato...avevano steso dei bei plaids con tanto di vettovaglie e piatti di plastica...i cui resti sono regolarmente rimasti in bella mostra sul prato!!!
Vedi tutti i commenti