Esercitazione militare  Ponte mobile in mezzo al lago   Video in galleria Video, il prefetto
Il ponte militare montato lunedì mattina che ha navigato nel primo bacino del lago

Esercitazione militare

Ponte mobile in mezzo al lago

Video in galleria Video, il prefetto

Lunedì mattina zona a lago bloccata per il seguito dell’esercitazione Odescalchi

Zona stadio “militarizzata” lunedì per il seguito dell’esercitazione “Odescalchi 2016” che nel fine settimana ha mobilitato militari e forze di soccorso italiane e svizzere

esercitazione Odescalchi 2016 ponte militare (foto Comune di Como)

esercitazione Odescalchi 2016 ponte militare (foto Comune di Como)

Lunedì è stato montato un ponte mobile militare, in grado di spostarsi autonomamente grazie a un motore, che ha raggiunto la zona centrale del primo bacino del lago, per poi tornare a riva all’hangar, dove è stato smontato e caricato su lunghi autoarticolati.

Per consentire le manovre l’intera zona attorno allo stadio è stata chiusa al traffico

esercitazione Odescalchi 2016 ponte militare (foto Comune di Como)

esercitazione Odescalchi 2016 ponte militare (foto Comune di Como)

Nel fine settimana invece erano state simulate varie emergenze civili. Un treno passeggeri proveniente dalla Svizzera e diretto a Milano deragliato sotto la galleria “Monte Olimpino 2”. Un altro incidente ferroviario alla stazione di Chiasso con un incendio che si propagherà verso Monte Olimpino. Decine di morti, centinaia di feriti, così come i soccorritori impegnati. Sono i numeri e gli scenari dell’operazione “Odescalchi 2016”, una maxi esercitazione congiunta fra la protezione civile italiana e svizzera scattata nella notte con lo scenario più impegnativo: quello del deragliamento del treno a 300 metri dall’uscita della Monte Olimpino 2.

L’obiettivo dell’esercitazione è verificare la funzionalità delle strutture di coordinamento in emergenza, anche attraverso la cooperazione fra i due stati. L’operazione servirà anche a testare il piano di emergenza della galleria ferroviaria, ma pure la capacità di un ospedale da campo dell’esercito nel supplire quello civile reso inagibile dall’incidente, verificare la funzionalità del centro operativo comunale, le aree di emergenza e le strutture di assistenza alla popolazione. Coordinata dalla Prefettura, “Odescalchi” vede la partecipazione dell’Azienda socio sanitaria territoriale lariana, dell’Areu 118, dei vigili del fuoco, di polizia, carabinieri, guardia di finanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (2) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Joegrunt
quattordici parole scrive: 19-06-2016 - 13:54h
OTTIMO! almeno sono TUTTI pronti, in caso di casino... repetita iuvant...
giual giual scrive: 19-06-2016 - 10:08h
In mezzo a tante delusioni per quanto succede e ci tocca subire per le iniquità politiche quotidiane, è bello e appagante, osservare la collaborazione tra due stati atta alla tutela e alla sicurezza della collettività.