Como: il Comune porta   il viadotto in tribunale
Operai al lavoro sugli “appoggi” del viadotto: il Comune ha disposto un primo intervento d’urgenza (Foto by butti)

Como: il Comune porta

il viadotto in tribunale

Con un ricorso l’Amministrazione chiede un accertamento tecnico sul ponte tra via Oltrecolle e la Canturina

Como

Il viadotto dei Lavatoi non è sicuro, primo passo ufficiale del Comune per individuare eventuali errori commessi in passato.

Il dirigente del settore Reti Donatello Ghezzo ha dato mandato all’Avvocatura - su indicazione della giunta - di avviare un’azione legale. Più nel dettaglio, si è deciso di presentare «con urgenza» un ricorso al Tribunale di Como per chiedere quello che in gergo viene definito «accertamento tecnico preventivo».

Il Comune, in sostanza, ha chiesto al Tribunale di avviare un procedimento che consenta di chiarire nel dettaglio le condizioni del viadotto, in vista - si legge nei documenti di Palazzo Cernezzi - di «un futuro giudizio teso ad accertare le responsabilità dell’ammaloramento dell’opera». La mossa dell’Amministrazione, insomma, punta a ottenere dai giudici - attraverso un perito - una “fotografia” della situazione del ponte tra via Oltrecolle e via Canturina così come si presenta oggi, prima dell’avvio dei lavori definitivi di messa in sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA