Como, la grande idea di Sgarbi  «L’astrattismo alla Casa del Fascio»
Vittorio Sgarbi in Comune con il sindaco Mario Landriscina (Foto by Andrea Butti)

Como, la grande idea di Sgarbi

«L’astrattismo alla Casa del Fascio»

Il critico d’arte dal sindaco, tornerà a novembre per perlustrazione dei luoghi e per il rilancio dei musei

Ha stretto un bel po’ di mani, qualche selfie con dipendenti e passanti. Vittorio Sgarbi Così ha fatto ieri il suo ingresso in Comune, dove era atteso dal sindaco Mario Landriscina e del presidente della Commissione Cultura Franco Brenna per parlare del rilancio dei musei e di grandi mostre. «Como non ha bisogno di me, io ho bisogno di Como perché è un luogo sublime del mondo da cui posso trarre beneficio, ispirazione e conforto» ha detto prima di lanciare l’idea di «una grande mostra sull’ astrattismo in Europa a Como magari nella Casa del Fascio» prima di aggiungere che «è iniziato un dialogo» e che «in novembre faremo due giorni di perlustrazioni di luoghi dove riconfermare le funzioni attuali o immaginarne di nuove».

L’articolo completo su La Provincia in edicola venerdì 6 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA