Como, rinascono i giardini a lago  «Un’area concerti e sculture di luce»
L’area dei giardini a lago, da anni in attesa di riqualificazione (Foto by foto Butti)

Como, rinascono i giardini a lago

«Un’area concerti e sculture di luce»

Concorso del Comune per la riqualificazione. Una commissione di esperti sceglierà il progetto migliore. Nel bando indicazioni dettagliate: la zona cambierà volto

«L’intento è quello di consegnare alla cittadinanza uno spazio vitale rinnovato, fruibile in sicurezza da tutte le fasce d’età, e un funzionale sistema di arredi e verde, con una valorizzazione dei monumenti e lo sviluppo del tema della luce come elemento caratteristico sul piano architettonico e culturale, legato anche alla presenza del Tempio Voltiano». C’è anche l’ipotesi di un’area per i concerti.

Il Comune spiega così, nei documenti ufficiali, la decisione di bandire un concorso internazionale finalizzato alla riqualificazione dei giardini a lago. Un’area spesso al centro del dibattito ma ancora oggi in cerca di identità, tra degrado e scarsa sicurezza. Palazzo Cernezzi ha messo a bilancio un milione e mezzo in tre anni per finanziare i lavori e ha avviato le procedure per scegliere un progetto in grado di dare un nuovo volto a tutta la zona (i progettisti hanno tempo fino al 20 giugno per depositare gli elaborati, poi si insedierà la commissione ).

Il progetto e lo studio di fattibilità economica devono concentrarsi solo sui giardini, ma l’Amministrazione chiede di studiare soluzioni progettuali (interventi da programmare e finanziare in una seconda fase) anche per le aree adiacenti, «al fine di creare una coerente saldatura tra il centro storico e il Chilometro della Conoscenza. Si chiede quindi ai professionisti di «connettere il lungolago alla passeggiata Gelpi, includendo viale Vittorio Veneto, viale Puecher e piazzale Somaini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA