Denunciata per le botte ai bimbi  La maestra resta al suo posto
Immagini di una telecamera nascosta in un asilo teatro di maltrattamenti (Foto by archivio)

Denunciata per le botte ai bimbi

La maestra resta al suo posto

Nessun provvedimento da parte della direzione della scuola. In attesa della fine dell’inchiesta l’insegnante può continuare a lavorare

Nessun provvedimento risulta essere stato adottato nei confronti della maestra d’asilo accusata di avere maltratto un gruppo ristretto di quattro, cinque piccoli alunni della scuola materna in cui lavora.

La conferma arriva direttamente dalla direzione dell’istituto comprensivo in cui l’insegnate - 42 anni, di origine potentina - presta da qualche tempo la sua opera. I vertici della scuola (scuola che omettiamo di indicare a tutela dell’anonimato dei bambini che la frequentano, vittime potenziali delle violenze) hanno ritenuto non sussistenti gli estremi per un allontanamento, per una sospensione cautelare sul genere di quelle che si adottano in casi del genere. «Valuteremo il da farsi a indagine conclusa», fa sapere la direzione dell’istituto (non si tratta di una scuola comunale,come riportato ieri per errore).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (15) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Gio Vanni scrive: 13-09-2017 - 20:12h
pazzesco...il mondo va al contrario...pensate che ieri ho visto un bambino che mangiava un comunista.
J B scrive: 13-09-2017 - 07:31h
Siamo in Italia, il paese dove tutto va alla rovescia rispetto a come dovrebbe essere. Chi viola la legge è libero e impunito, mentre le brave persone pagano per errori e malefatte altrui. Tutto al contrario! Va a finire che trova un giudice che le da pure ragione! Diranno che lei stava solo muovendo le mani a caso ed e' colpa dei bambini che si sono avvicinati troppo! Chiedera' e otterra' un risarcimento dai bambini stessi che finiranno in riformatorio!
tetcarlo
CARLO TETTAMANTI scrive: 12-09-2017 - 21:26h
postare un commento? c'è solo da piangere. ora riaprono anche il caso di erba! meditate gente........
Francesco Angiolieri scrive: 12-09-2017 - 21:02h
E' ovvio che la foto messa ad inizio articolo non sia inerente a questo fatto.. Ma siccome si fa riferimento in questo e nel precedente articolo di video girati per 3 mesi nella scuola, con la precisa descrizione di cio' che avveniva(tirate d'orecchie, spintoni,ecc) vorrei capire di cosa hanno ancora bisogno per procedere alla sospensione, arresto e quello che e' giusto in questi casi.
Vedi tutti i commenti