Elezioni, conferme e sorprese  Sei gli uscenti nella lista del Pd
Como Palazzo Cernezzi consiglio comunale (Foto by Carlo Pozzoni)

Elezioni, conferme e sorprese

Sei gli uscenti nella lista del Pd

Verso il voto: i partiti stanno chiudendo gli elenchi con i nomi per il consiglio - Corre il segretario cittadino Fanetti. Accordo Dem-Socialisti su due candidati

Como

Soltanto due assessori su otto correranno alle elezioni del prossimo 11 giugno.

Si tratta di Marcello Iantorno (sarà nella lista del Pd) e Bruno Magatti (candidato sindaco della lista Civitas). Non saranno della partita Lorenzo Spallino (Como Civica), Silvia Magni e Savina Marelli (Pd), e nemmeno i “tecnici” (Daniela Gerosa, Luigi Cavadini, Paolo Frisoni). E naturalmente non ci sarà il sindaco Mario Lucini, che da tempo si è detto indisponibile a un bis.

Tutti i partiti stanno chiudendo le liste con i candidati per il consiglio comunale, non mancano le sorprese. Ieri, in particolare, sono emersi una serie di nomi che correranno sotto le insegne del Pd, quindi a sostegno del candidato sindaco Maurizio Traglio. Tra gli attuali consiglieri ci saranno Stefano Legnani, Andrée Cesareo, Elide Greco, Patrizia Lissi e Vito De Feudis, mentre si candidano nella lista di Magatti Raffaele Grieco e Guido Rovi (oggi anch’essi nel gruppo consiliare del Pd).

Chi c’è e chi no

In lista poi il segretario cittadino del partito Stefano Fanetti, il commercialista Vittorio Capristo, ma anche Matteo Introzzi, Alessandra Pusterla, quindi due nomi espressione dei Socialisti: Angelo Soccio e Lara Conti. Molti i giovani in lista, tra questi Alessio Mariani, Victoria Lutterodt, Fabio Zizza, Cristina Guarisco e Ayoub Zouyen. Non dovrebbero candidarsi, salvo sorprese dell’ultimo secondo, gli attuali consiglieri Pd Andrea Luppi (capogruppo) Guido Frigerio e Gioacchino Favara. Non ci sarà la lista Como Civica, che ottenne un ottimo risultato nel 2012, ma alcuni rappresentanti troveranno posto nella lista di Traglio (certo Gianni Imperiali, probabili Mario Forlano, Giorgio Selis e Fabio Catalano) mentre avrebbe deciso di non correre il capogruppo Marco Tettamanti.

Tornando alla lista “del sindaco”, chiamata Svolta Civica per Como, finora sono stati ufficializzati solo i nomi dell’ex magistrato Vittorio Nessi (capolista) e di due esponenti di Alternativa Popolare (Sonny Bertani, Alessandra Falanga). Pressoché certe comunque le candidature dell’avvocato Francesca Minella e di Giacomo Maisto, molto probabile quella di Michele Tomaselli (esperto di marketing).

Altri due gruppi a sinistra

Restando nell’ambito del centrosinistra, Bruno Magatti finora ha ufficializzato solo tre candidati (Eva Cariboni, Raffaele Grieco, Guido Rovi) mentre con Celeste Grossi, candidato sindaco della lista La Prossima Como (sostenuta da Sinistra Italiana e Rifondazione) ci sono per ora Luigino Nessi, Alberto Bracchi, Stefano Rognoni, Edoardo Colombo, Manuela Serrentino, Emanuele Salvadè, Ida Sala, Giusi Giupponi, Luciana Carnevale, Giovanna Fierro, Lorenzo Baldino, Maurizia Sala, Claudio Critelli, Gianfranco Giudice, Valerio Peverelli, Mauro Fogliaresi, Alessio Romano.

Va ricordato che sulla scheda si potranno esprimere fino a due preferenze, a patto di indicare almeno una donna. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA