Gera Lario, per l’Inps è morto   E gli levano la pensione
Il palazzo dell’Inps a Como

Gera Lario, per l’Inps è morto

E gli levano la pensione

La disavventura del presidente della Pro Loco (che sta benissimo) per un caso di omonimia

Per l’Inps Giancarlo Venturini, presidente della Pro Loco e consigliere comunale di maggioranza a Gera, è deceduto il 4 gennaio scorso. Lui, che invece è vivo e vegeto, ha scoperto del suo presunto decesso quando si è recato in banca, rilevando il mancato versamento dell’assegno pensionistico di febbraio e marzo; nemmeno in aprile l’Inps gli ha versato il dovuto. Tre mesi senza pensione: una sorpresa che è stata almeno pari alla preoccupazione.

«Mi sono attivato immediatamente – dice l’interessato – ma nonostante parecchie telefonate, non sono riuscito ad ottenere spiegazioni: mi passavano altri uffici, altri addetti, fino a quando non mi rispondeva più nessuno o cadeva la linea. Ho inviato anche una raccomandata, poi mi sono recato allo sportello Inps di Porlezza, ma anche lì non hanno saputo darmi spiegazioni. A quel punto mia moglie si è rivolta ai carabinieri».

I dettagli su la Provincia in edicola domenica 9 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA