Lago verde, rientra l’allarme  Contrordine: «Bagni sicuri»
Il caldo ha determinato la proliferazione delle alghe cloroficee

Lago verde, rientra l’allarme

Contrordine: «Bagni sicuri»

Pubblicato ieri l’esito delle analisi da Bellagio a Como

Dopo l’invito a non bagnarsi Ats rassicura: «Non c’è rischio per la salute»

Nessun pericolo per la salute. Il fenomeno del lago verde, a causa della fioritura di alghe, non avrebbe ripercussioni sui bagnanti. Questo quanto emerge da una nota ufficiale diffusa nelle ultime ore dall’Ats dell’Isubria relativa alla salute del lago.

«Le analisi svolte il 28 agosto in relazione alla fioritura di alghe nel lago di Como – confermano dall’Ats - e in particolare nel ramo del bacino lacustre relativo ai Comuni di Bellagio, Brienno, Como, Faggeto Lario, Laglio, Lezzeno, Moltrasio, Nesso e Valbrona hanno dato esito conforme, ovvero è consentita la balneazione e non c’è alcun pericolo per i bagnanti».

Via libera dunque a ultimi tuffi e bagni nelle acque davanti ai Comuni citati con un sospiro di sollievo anche per le realtà che accolgono turisti e che con un esito negativo avrebbero potuto vedersi rovinate le ultime settimane di grande turismo sul Lario. E dire che sempre Ats Insubria solo qualche giorno fa aveva predicato il contrario invitando i cittadini a non bagnarsi: «In questa situazione può avvenire il rilascio di tossine pericolose per la salute dell’uomo se ingerite. L’immersione in queste acque può causare: irritazione delle vie respiratorie e degli occhi, tosse, dissenteria, danni epatici».


© RIPRODUZIONE RISERVATA