Paratie, processo ai sindaci  In aula anche Lucini e Bruni
MArio Lucini (a sinistra) assieme al suo predecessore Stefano Bruni: entrambi sono accusati di violazioni di reati ambientali in relazione al cantiere per le paratie (Foto by archivio)

Paratie, processo ai sindaci

In aula anche Lucini e Bruni

Rinviati a giudizio l’attuale primo cittadino assieme al suo predecessore: si ritorna in aula il prossimo 17 maggio

Il maxi processo per le presunte irregolarità commesse all’ombra del cantiere per il piccolo Mose di Como, è anche, ufficialmente, il processo ai sindaci. A Mario Lucini, 58 anni, attuale primo cittadino del capoluogo lariano, e al suo predecessore Stefano Bruni, 55, titolare della fascia tricolore per i due precedenti mandati. Il loro rinvio a giudizio - assieme a quello di Antonio Ferro, Pietro Gilardoni e Antonio Viola cui la Procura contesta reati, nuovi, in aggiunta a quelli già al centro del processo principale, che li vede tutti imputati dallo scorso autunno - è stato deciso in serata dal giudice dell’udienza preliminare Carlo Cecchetti, al termine di una udienza protrattasi per oltre sette ore.

Il prossimo 10 maggio è stata fissata l’udienza per la formazione del fascicolo del dibattimento, dopodiché quello stesso fascicolo sarà consegnato al presidente del collegio giudicante del troncone principale. Appuntamento in aula il 17 maggio per la definitiva riunificazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA