Pronto soccorso   Agosto di fuoco con 4mila pazienti
L’attesa al pronto soccorso del Sant’Anna (Foto by archivio)

Pronto soccorso

Agosto di fuoco con 4mila pazienti

Ad agosto sono aumentati i casi gravi ma tanti si presentano per congiuntiviti e mal di denti. Il primario: «Molti arrivano con patologie lievi»

Un agosto di super lavoro per gli operatori del pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna. In un mese circa 4mila gli accessi con un aumento dei codici più gravi. Una situazione di costante emergenza per il personale che deve fare i conti anche con episodi di violenza e persone che utilizzano erroneamente il servizio.

Di questi 4mila accessi sono stati 145 i codici rossi, 1.134 i gialli e 1.784 i verdi. Segno che il Sant’Anna si conferma punto di riferimento per il servizio di emergenza e urgenza. «Abbiamo avuto numerosi pazienti che hanno riportato gravi ferite a seguito di incidenti stradali o in montagna - conferma Roberto Pusinelli, primario del pronto soccorso - ma riceviamo anche molte persone colpite da ictus e da infarto. Sono in aumento anche i pazienti in arrivo da altre province».

Nei primi otto mesi del 2017 sono stati 34.227 gli accessi. Di questi 1.540 i codici rossi, 10mila i gialli e 16mila i verdi. Nel mese di agosto si è avuta una media di 140 persone al giorno con picchi di 195 sabato 5 e di 203 venerdì 18. «Con il caldo estivo sono arrivati numerosi pazienti fragili che sono stati ricoverati - aggiunge Pusinelli - si è trattato soprattutto di grandi anziani e di persone con patologie croniche». Accessi in aumento, con una carenza di organico che obbliga gli operatori a sforzi aggiuntivi per coprire turni e emergenze, con la speranza che qualcosa cambi nella gestione del sistema, soprattutto per i numerosi pazienti con cronicità che invece di rivolgersi agli specialisti arrivano in ps.

© RIPRODUZIONE RISERVATA