Ricercato in tutto il mondo  Broker arrestato  in una suite a Villa d’Este
L’ampio articolo dedicato al caso dall’edizione australiana del Daily Telegraph

Ricercato in tutto il mondo

Broker arrestato

in una suite a Villa d’Este

La polizia arresta un inglese: fatale il mandato di cattura dell’Interpol. L’uomo, ora al Bassone, sospettato di una delle più ingenti frodi fiscali realizzate in Australia

Da dieci anni mr Philip Egglishaw, elegante e facoltoso 63enne inglese, viaggiava indisturbato tra Svizzera, Francia e Principato di Monaco. E questo nonostante a suo carico ci fosse un mandato di cattura internazionale con tanto di “allarme rosso” sul terminale dell’Interpol. A interrompere la lunga latitanza ci hanno pensato i poliziotti di Como, che in una mattina di maggio controllando le cosiddette schede alloggiati (i nominativi degli ospiti degli hotel comaschi) hanno scoperto che in una suite del Villa d’Este c’era un uomo ricercato dalla magistratura australiana per riciclaggio di denaro e frode fiscale.

La storia completa su La Provincia in edicola lunedì 17 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (5) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
luca boselli scrive: 17-07-2017 - 19:56h
Storia eloquenti per noi che, ingenui da bar e da distrazioni padane e pentastellate che pensiamo che il problema sia "extra"
DARIXO
darixo hast scrive: 17-07-2017 - 19:43h
Andare in un paese dove non é prevista l' estradizione no eh? É proprio vero che ogni furbo ha la sua parte di stu.pi.do. Torna nella terra dei canguri, qui in Europa, di ladri, pure legalizzati, ne abbiamo a sufficienza
dimensionecore90.4753751731
Tommy Maximilien Robespierre scrive: 17-07-2017 - 15:27h
catone il censore vigila
GIldo B scrive: 17-07-2017 - 11:02h
Extracomunitari che vengono a rubarci il lavoro!!!
Vedi tutti i commenti