Stadio, curve aperte ma numero chiuso
“Salve” le curve del Sinigaglia che resteranno aperte ai tifosi (Foto by Andrea Butti)

Stadio, curve aperte ma numero chiuso

Vertice società, Comune, Vigili del fuoco e Questura: massimo 5mila spettatori.

Scongiurato il rischio di chiusura per le curve dello stadio Sinigaglia, i settori saranno utilizzabili per le partite del campionato di serie D così come la tribuna. A una condizione: al Sinigaglia non potranno entrare più di 5mila spettatori.

Questo l’esito degli incontri che si sono svolti ieri, prima tra i referenti del Como 1907 e quelli del Comune, poi anche alla presenza del questore e del comandante dei Vigili del fuoco. Fino a poche ore fa si temeva addirittura una riduzione della capienza fino a quota 2mila per ottenere l’agibilità, cosa che avrebbe comportato l’impossibilità di aprire le due curve.

L’articolo completo e i dettagli su La Provincia in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (9) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
FLAVIO PIVA scrive: 12-08-2017 - 09:52h
Concordo pienamente con la maggior parte di voi !!! Siamo nel 2017 presto si andrà su Marte e qui a Como c'è uno stadio del 1929 e che nessuno mai col tempo è riuscito a modernizzare!!! La località dello stadio sicuramente andava bene nel ventennio dove non c'era neppure bisogno di parcheggi visto che le auto allora nessuno le aveva ma oggi no!!! Si consideri anche l'area dove è posto uno spreco incredibile che può essere dedicato a una zona turistica che potrebbe anche creare posti di lavoro!!! Chi va allo stadio non va a vedere il lago va a vedere la partita!!! Questo stadio lo dice un tifosissimo del Como e anche molto legato ad esso visto che la mia infanzia alla domenica lo passata li , e enfatiscente senza parcheggi adeguati ed è da sparare costruendone uno nuovo in periferia.. Purtroppo con la Città decacadente che è Como che non riesce a risolvere i problemi della viabilità , delle paratie, della Ticosa figuriamoci se sarà in grado di occuparsi di questo problema.
emme emme scrive: 11-08-2017 - 15:32h
@fazher i ragazzi e le famiglie non hanno un posto per passeggiare ed aggregarsi perché occupato dallo stadio? Ma va là ... E che attrezzature turistiche vorreste metterci al suo posto? Questo stadio esiste ormai da così tanto tempo che fa parte del luogo, lasciamolo stare. Auguriamoci che in futuro si possa sistemare un po meglio dal punto di vista estetico.
giuseppe pagano scrive: 10-08-2017 - 19:58h
Mica bisogna costruire uno stadio come quello della Juventus, che è una cosa faraonica. Qualche orientale e qualche sponsor... non è del tutto impossibile. Si restituisca quella zona al turismo, e si dia al calcio una struttura nuova in periferia.
Stefano Peduzzi scrive: 10-08-2017 - 17:02h
Cara Dores forse le sfugge il fatto che per costruire uno stadio nuovo (ammesso che si trovi un'area adeguata nella prima periferia) occorrono qualche decina di milioni di euro. In Italia solo la Juventus ha potuto sopportare un tale investimento. Lo stadio, anche se rappezzato, rimarrà ancora a lungo al suo posto. Concludo: il Calcio Como non rimarrà a lungo in D, per cui la capienza di 5000 posti è comunque adeguata anche alla serie C.
Vedi tutti i commenti