Tangenziale, svolta clamorosa Maroni: «Diventerà gratuita»
La tangenziale di Como: oggi si paga il pedaggio, presto diventerà gratuita

Tangenziale, svolta clamorosa
Maroni: «Diventerà gratuita»

La tangenziale di Como, come quella di Varese, diventerà gratuita. Il clamoroso annuncio è stato fatto poco fa dal governatore della Lombardia, Roberto Maroni, che ha annunciato la nascita della Rete stradale lombarda, formata da 1590 chilometri di strade, 740 km di regionali e 850 di statali. Questo l’oggetto dell’importante protocollo firmato oggi, a Milano, fra Regione Lombardia e Anas.

L’attuale rete stradale provinciale lombarda, ha fatto notare il presidente Maroni, conta oltre 10mila chilometri. «Le Province però, nonostante l’impegno, non hanno le risorse necessarie per gestirle in maniera adeguata. Per questo motivo abbiamo definito questo modello, che riguarda una serie di strade che, attraverso il Protocollo, passeranno ad essere gestite da un nuovo soggetto: 740 km andranno a costituire la ’nuova rete regionale’, diventeranno cioè strade regionali. A questi si aggiungeranno altri 850 km della ’nuova rete statale’, cioè di interesse nazionale, che saranno assunte in carico da Anas”.

Le Tangenziali di Como e Varese, ha sottolineato Maroni, «pur non essendo strade provinciali, diventeranno rete statale e per percorrerle non si pagherà più il pedaggio. Più in generale, la nuova rete di cui stiamo parlando, sarà a libero transito. Quindi, non ci sarà pedaggio e, dove oggi c’è, verrà tolto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (33) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
GIUSEPPE GENCO scrive: 11-03-2017 - 16:52h
Frank Giusto .... Era così entusiasta anche quando scoprirono il cassiere della lega coi diamanti comperati coi soldi del contribuente ??? Maroni a quel tempo dov'era? Giusto per sapere ....
MaxZeta
Max Zeta scrive: 11-03-2017 - 14:27h
Frank Giusto : certo .. chi non è d'accordo però paga il servizio agli altri, ma il fatto che non fosse così fin dall'inizio è perchè i soldi non c'erano e quindi è stato redatto un project financial . Comunque, nel marasma di quello che già paghiamo , tanto vale renderla gratuita e almeno renderla utile
paracelso
franco parisi scrive: 11-03-2017 - 12:52h
@Ricky Ricreds, perdoni ma proprio non capisco cosa c'entri l'unità d'Italia con la A9. Io parlavo delle fanfaronate elettorali di esponenti della Lega. E non è nemmeno vero che si paghi 2 volte. Ma come fa a sostenere simili argomenti? Da Ventimiglia a Nizza ci sono 5 caselli, quindi secondo il suo ragionamento si paga il quintuplo?
Nino Spacciadroga scrive: 11-03-2017 - 12:00h
Io la voglio vedere in maniera ottimistica... Anche se avessero avuto perdite derivanti dai pochi incassi del pedaggio le perdite le avrebbero fatta pagare a noi comunque...Tanto vale averla gratuita per chi è costretto a percorrerla... Ognuno poi può votare liberamente... Non mi sembra che Renzi con gli 80 euro si sia garantito uno splendente futuro politico
Vedi tutti i commenti