Tempio Voltiano, ci sono i soldi  Partono i restauri
Il crollo al primo piano avvenuto tre anni fa, nel 2014

Tempio Voltiano, ci sono i soldi

Partono i restauri

Stanziati 95mila euro per progetto e intervento. L’assessore: «Subito la gara per partire entro l’estate». Per qualunque lavoro servirà l’ok della Soprintendenza

Da tre anni il Tempio Voltiano è dimezzato dopo il distacco di alcuni pezzi di intonaco. Adesso l’amministrazione comunale ha stanziato 95mila euro per la progettazione del restauro e gli interventi che consentiranno la totale riapertura al pubblico.

«Si farà subito la gara per l’affidamento della progettazione e della direzione lavori - spiega l’assessore ai Lavori pubblici Vincenzo Bella - Ho chiesto di procedere con la massima velocità in modo che i lavori possano essere appaltati entro l’estate, fatti salvi i pareri da acquisire dagli enti di controllo». Tra questi ci sarà di sicuro la Soprintendenza, trattandosi di un edificio storico e vincolato. Già nei mesi passati il monitoraggio delle fessurazioni era stato fatto in costante accordo con la Soprintendenza.

Nel dettaglio l’intervento che dovrà essere progettato prevede il rifacimento dell’intonaco presente al primo piano dopo aver staccati e messo in sicurezza gli elementi decorativi. Lo stesso vale per una porzione del piano terra, che ha presentato recentemente problemi di distacco. Per semplificare la situazione attuale è stata provocata dal peso dell’intonaco e delle decorazioni. Nelle giunture è presente uno strato di malta sottilissimo e con il passare del tempo e il peso dell’intonaco, si sono create delle bolle d’aria che con gli sbalzi termici hanno creato un progressivo distacco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA