Tess di nuovo in edicola  Idee che fanno trend
Il nuovo numero di Tess

Tess di nuovo in edicola

Idee che fanno trend

La forza delle donne e l’eco sostenibilità

Il magazine è in tutte le edicole

Un’aria nuova soffia, attraverso la moda, sulla società. Le donne chiedono di contare di più, a tutti i livelli. E le passerelle dell’autunno-inverno si caricano di messaggi propositivi (pensiamo soltanto a Dior, Msgm, Missoni, D&G), come “Tess” vi racconta nel numero in edicola da giovedì, che raccoglie l’input (“We can do it-Possiamo farcela”). Ideato e curato da Vera Fisogni, con progetto grafico di Antonella Corengia e l’apporto della fashion consultant Serena Brivio, il magazine “Tess” del quotidiano La Provincia racconta la moda in dialogo con le tendenze della società, attraverso uno stile personalissimo, che si distingue da tutti i femminili presenti sul mercato. Oltre ad essere interamente tradotto in inglese - dagli studenti del Centro Casnati, coordinati dalla prof. Vanna Bullock - “Tess” (196 pagine, carta patinata, 1,70 euro + il prezzo del quotidiano) offre una sezione centrale dedicata interamente alle aziende tessili e fashion (scuole di moda, brand lariani di pelletteria/accessori) del Distretto. Tema di questo numero, l’eco sostenibilità della filiera produttiva, punto di eccellenza del mondo tessile lariano. Grande rilievo viene dedicato anche al nuovo Made in Italy. Tra le interviste esclusive, quelle a Sofia Goggia, sciatrice; Matilde Gioli, attrice; Lella Costa, attrice; Gesa Hansen, designer; Barbara Radice, scrittrice; Nina Zilli, cantante; Lodovica Comello, cantante e attrice; Francesco Renga, cantante; Andreas Mueller, ballerino; Rocío Munoz Morales, Smanta Togni, ballerina. Tra i testi, quelli di Liliana Cavani, attrice; Paolo Pejrone, architetto; Michela Marzano, filosofa; Paola Lovisetti Scamihorn, food blogger.

© RIPRODUZIONE RISERVATA