Ubriaco al volante del Tir attraversa tutto il canton Ticino
L’autista ubriaco era passato da Chiasso (foto di archivio) (Foto by Pozzoni Carlo)

Ubriaco al volante del Tir
attraversa tutto il canton Ticino

Denunciato camionista italiano alla guida di un mezzo da 85 tonnellate che trasportava una turbina

Un camionista italiano di 58 anni è stato fermato dalla polizia svizzera ad Airolo dopo che, ubriaco, aveva guidato da Chiasso sin quasi al Gottardo un mezzo pesante da 85 tonnellate che trasportava una turbina.

Il fatto risale a mercoledì scorso ma è stato reso noto solo oggi dalla polizia cantonale. Il camionista, residente in Italia, è stato controllato nell’area di sosta di Stalvedro, poco prima di Airolo perché - scrive la polizia in un comunicato - era “in palese stato d’inattitudine”.

Gli agenti della Polizia cantonale hanno potuto appurare che l’autista ha percorso l’autostrada A2 da Chiasso ad Airolo con un contenuto d’alcol nel sangue superiore al consentito.

All camionista è stato intimato il divieto di circolazione sul territorio svizzero ed è stato denunciato per “guida di un veicolo a motore in stato di ebrietà, caso grave”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (20) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Enrico Libero scrive: 22-03-2017 - 08:40h
@maxhighlander Mai sentito parlare di errore i di battitura????
maxhighlander
maxhighlander scrive: 22-03-2017 - 08:08h
@ Maurizio Bianchi: la mia era una semplice battuta che non voleva assolutamente mettere in secondo piano l'importanza della notizia. Chi ci ha ricamato sopra sono i "ticinesi" (o presunti tali) che si sono probabilmente offesi (sense of humor pari a zero!) e chi come te deve sempre far polemica su ogni cosa. Questo è tutto!
dcai
il volatore di aquiloni scrive: 21-03-2017 - 23:11h
17 commenti fatti,quasi tutti inerenti alla lingua Italiana,quasi nessuno scrive dell'imbecille ubriaco,sembra che la notizia sia una parola scritta da una persona di oltreconfine
Maurizio Bianchi scrive: 21-03-2017 - 20:45h
"Quando il saggio indica la luna, lo sciocco guarda il dito." Premesso che sono italianissimo e non mi ergo a paladino difensore dei ticinesi, tuttavia non capisco questo astio per aver usato un termine (ebrietà) assolutamente corretto sebbene in disuso da noi. Sanno tutti che l'italiano parlato in Ticino si distingue per l'uso di termini che a noi suonano desueti (licenza di condurre, autopostale, dicastero) o addirittura alieni (natel, alu, bilux ecc.) ma non vedo perché li si debba dileggiare, quando invece dovremmo apprezzare l'opportunità di poter arricchire il nostro vocabolario anche solo leggendo un quotidiano ticinese. Un potenziale omicida stradale in meno, anche sulle nostre strade.
Vedi tutti i commenti