Villa Olmo, la piscina dei veleni Un proiettile ritarda i lavori per il lido
La cassa del lido porta già le insegne della nuova gestione

Villa Olmo, la piscina dei veleni
Un proiettile ritarda i lavori per il lido

Ritrovato mercoledì - La società: «Era a bordo vasca. Siamo preoccupati, lo abbiamo consegnato ai carabinieri - Faremo di tutto per essere operativi per Ferragosto»

Una lotta contro il tempo per aprire entro il 14 agosto. In questi giorni al lido di Villa Olmo procedono a pieno ritmo i lavori dei nuovi gestori della società veronese Sport Management per aprire la struttura al più presto, nonostante alcuni ritardi causati da problemi di vario tipo. Tra questi ci sarebbe anche un proiettile ritrovato mercoledì.

È la società ad attribuire parte del ritardo nei lavori al «rinvenimento a bordo vasca di un proiettile che, oltre a destare qualche preoccupazione nei presenti, ha costretto Sport Management a presentare presso i carabinieri di Como un verbale di consegna di quanto rinvenuto» ha spiegato la società. È solo uno dei dettagli che emerge da una nota stampa di ieri di Sport Management, dove in sostanza si ribadisce anche l’impegno di aprire la struttura entro la data già comunicata.

Un elemento che potremmo tradurre così: l’apertura - salvo imprevisti - è comunque prevista entro il 14 agosto, cioè la data resa pubblica sabato scorso, all’indomani della firma della concessione tra la società veronese e il Comune. «I tecnici della nostra società stanno lavorando tutti i giorni - hanno precisato ancora dalla società - con l’obiettivo di riaprire l’impianto nel più breve tempo possibile nonostante i disagi incontrati».

Leggi l’approfondimento su La Provincia in edicola venerdì 11 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA