Villa Saporiti: «Diamo il Patria ai privati»
Il piroscafo Patria è stato utilizzato per dei concerti a Dervio, dove è attraccato da alcuni mesi

Villa Saporiti: «Diamo il Patria ai privati»

La presidente Livio dopo il no della Navigazione alla gestione: «Faremo subito un bando per trovare un operatore»

Tra una manciata di giorni l’amministrazione provinciale pubblicherà un bando per trovare un privato che gestisca il piroscafo Patria. La Navigazione in una lettera recapitata a Villa Saporiti ha infatti fatto sapere di non voler più rinnovare alcuna convenzione per l’utilizzo dell’imbarcazione che negli ultimi anni è quasi sempre rimasta ferma dopo un restauro da 3,5 milioni di euro.

«Ai primi di ottobre - ha dichiarato ieri la presidente di Villa Saporiti Maria Rita Livio - verrà pubblicato un bando, al quale stiamo già lavorando, per cercare un operatore economico privato che possa prendere in gestione il piroscafo Patria. Ovviamente questo soggetto dovrà dimostrare di avere le caratteristiche necessarie a portare avanti questo impegno, in primo luogo disporre cioè del necessario equipaggio e prestare garanzie idonee alla tutela del bene».

Ma sull’ipotesi di un bando è intervenuto ieri il consigliere regionale Francesco Dotti (Fratelli d’Italia): «Tempo fa, la presidente Livio, si era espressa contro l’affidamento ai privati e forse i problemi sorti in questi mesi sarebbero già stati risolti. Credo che prima di fare un bando sarebbe opportuno indire un incontro a Villa Saporiti alla presenza della parte politica, ma anche delle associazioni e dell’Autorità di Bacino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA