Violenza a ragazzina adescata sul web  Carabiniere condannato a 2 anni e 8 mesi
La facciata del tribunale di Como (Foto by archivio)

Violenza a ragazzina adescata sul web

Carabiniere condannato a 2 anni e 8 mesi

L’uomo, 51 anni, si era spacciato per adolescente su Facebook con una quindicenne. Si erano incontrati in un bosco tra Erba e Albavilla e lei era fuggita: è stato poi incastrato dai colleghi erbesi

Aveva adescato su Facebook una ragazza di 15 anni spacciandosi per un diciannovenne, lui che di anni in realtà ne ha 51. E quando l’ha incontrata ha cercato di usare violenza su di lei, violenza che sebbene non sia stata portata a termine, per il giudice che l’ha condannato a 2 anni e 8 mesi si è consumata a tutti gli effetti.

In breve è la vicenda che vede come protagonista un uomo di mezza età di Mediglia, in provincia di Milano che attraverso un falso profilo social si è fatto credere adolescente per conquistare il cuore di una ragazzina che potrebbe essere sua figlia.

Non solo: svolge anche un mestiere del quale ci si dovrebbe fidare a occhi chiusi. È infatti appuntato dei carabinieri, circostanza che rende il suo reato, se possibile, ancora più odioso. I fatti risalgono a un anno e mezzo fa. È allora che la giovane erbese, chattando su Facebook, si imbatte nel profilo di un’avvenente diciannovenne.

Si danno appuntamento in un bosco tra Erba ed Albavilla, ma la ragazza, quando si accorge che ha a che fare con un uomo e non un ragazzino fugge. E poi denuncia tutto: tanto che il carabiniere viene poi incastrato dai colleghi della stazione di Erba.

Altri dettagli sul giornale in edicola sabato 18 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA