Caslino controlla i ponti  «Prevenire è meglio»
Il viadotto in zona lavatoio in piazza Mazzini

Caslino controlla i ponti

«Prevenire è meglio»

Il sindaco annuncia le “prove di carico” sui cinque viadotti del paese. Interrogazione della minoranza. Sotto esame anche quello romanico dell’Acqua Santa

Cinque ponti da controllare. L’Amministrazione comunale ha in programma di effettuare le prove di carico di tutti i ponti presenti sul territorio comunale, una scelta dettata dalle notizie d’attualità degli ultimi mesi, dalla assenza di prove di carico precedenti e da un’interrogazione presentata dalla minoranza.

L’impegno previsto è di circa 4mila euro, si verificheranno in particolar modo i due ponti d’accesso all’abitato quelli che incrociano con l’Arosio – Canzo in zona Stazione (via IV Novembre) e in zona Cascina Bianca (via Cà Bianca). Questi sono i due ponti più utilizzati, si andranno poi a controllare i restanti, tra cui lo splendido ponte romanico che porta alla zona dell’Acqua Santa. Dalla minoranza si chiede attenzione in particolare sul ponte pedonale in ferro di via Tremolada.

«Considerando le notizie d’attualità degli ultimi mesi e l’assenza di prove di carico sui nostri ponti ci è parso giusto, per la sicurezza dei cittadini, attivarci per realizzare appunto le prove di carico – spiega il sindaco di Caslino d’Erba Marcello Pontiggia – Non crediamo ci saranno sorprese, non abbiamo dubbi sul buono stato dei ponti e non ci sono segnalazioni di rischi. Semplicemente parlando con l’ufficio tecnico è nata questa idea».

In particolare l’attenzione sarà concentrata sui ponti di collegamento con la provinciale: «I ponti in zona Stazione e Cascina Bianca sono di certo quelli più stressati considerando il continuo passaggio dei mezzi».

L’articolo completo su La Provincia di mercoledì 6 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA