Castelmarte, malore fatale nel mare della Sardegna
La spiaggia del Tanka Village di Villasimius, una delle strutture più gettonate dalle famiglie

Castelmarte, malore fatale nel mare della Sardegna

Luca Alberto Ratti, 42 anni, era in vacanza con l’anziana madre. La tragedia a 50 metri dalla spiaggia

Tragedia nel mare di Sardegna. Un uomo di 42 anni è stato colto da malore mentre stava facendo il bagno a una cinquantina di metri dalla spiaggia e ogni soccorso non è stato sufficiente a strappare alla morte il turista.

Si tratta di Luca Alberto Ratti, 42 anni, residente a Castelmarte, impiegato alla Elettromeccanica Galli di Erba. La tragedia è avvenuta nel tardo pomeriggio si venerdì nelle acque antistanti il Tanka Village di Villasimius, ad una cinquantina di metri da riva. Secondo quanto appreso un malore ha provocato l’annegamento dell’uomo, anche se ogni dubbio sarà fugato con l’autopsia disposta per oggi.

Di certo si sa che nuotava a poca distanza dalla spiaggia, e che la mamma di 79 anni ha assistito ai tentativi di salvataggio del figlio con una disabilità fisica che non gli ha impedito di conseguire il diploma e praticare il suo sport preferito, il calcio.

Alcuni turisti e due bagnini hanno moltiplicato i loro sforzi per salvare Alberto - così lo conoscevano tutti - ma l’erbese era probabilmente già morto quando il suo corpo è stato adagiato spiaggia per dare corso alla manovre rianimatorie. Sul posto i carabinieri della compagnia di San Vito e la capitaneria di porto di Cagliari, che dovranno cercare di ricostruire la dinamica della tragedia. Il corpo dell’uomo è per ora a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Da quanto appreso Ratti e la mamma Silvana Pontiggia di 79 anni, vedova, erano soliti trascorrere un periodo di vacanze in provincia di Cagliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA