Pusiano, stalking a scuola  Mamma e prof davanti al giudice
Il tribunale di Como

Pusiano, stalking a scuola

Mamma e prof davanti al giudice

Doppio interrogatorio per le due donne accusate di stalking e lesioni verso un’altra docente della Rosmini. Hanno dato spiegazioni sul caffè “allungato” con il Lexotan. Per il momento restano ancora agli arresti domiciliari

Doppio interrogatorio di garanzia ieri mattina in tribunale davanti al giudice delle indagini preliminari Luciano Storaci. Accompagnate dai loro avvocati, a palazzo di giustizia sono arrivate l’insegnante e la mamma della scuola Rosmini di Pusiano, al centro della nota vicenda di stalking e lesioni ai danni di un’altra insegnante del medesimo istituto. Arrestate la scorsa settimana, le due amiche hanno risposto alle domande del giudice, fornendo una loro ricostruzione e tentando di ridimensionare comportamenti e approcci, fornendo qualche giustificazione e qualche spiegazione sul cui contenuto nulla emerge, almeno per ora.

Di certo c’è che la loro posizione resta immutata, nel senso che, a interrogatorio concluso, sono tornate ai loro domicili, sempre agli arresti, visto che nessuno dei due avvocati - ha avanzato richieste di attenuazione della misura cautelare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA