Allarme per le nutrie nel porto di Gera  «Distruggono le nostre sponde»
La nutria che è stata fotografata nel porto di Gera Lario

Allarme per le nutrie nel porto di Gera

«Distruggono le nostre sponde»

Probabilmente si tratta di un esemplare che ha lasciato il Pian di Spagna

Il comandante della polizia provinciale: possono far collassare gli argini

La nutria che da diversi giorni ha scelto come stabile habitat il porto di Gera è l’ennesima prova che la specie si è insediata all’estremità nord del Lario. Già un paio d’anni fa c’era stato qualche avvistamento sporadico: di recente una nutria era stata immortalata mentre nuotava nelle acque geresi e, da alcuni giorni, come detto, un esemplare staziona tranquillamente all’interno del port. La nutria è inserita nell’elenco delle cento specie invasive più dannose al mondo. Come sottolineato anche dal comandante della polizia provinciale, Marco Testa, si tratta di un animale infestante, in grado di provocare seri danni a rive e sponde.

Le nutrie, che arrivano pesare 7/10 chilogrammi, scavano profonde tane provocando spesso dei veri e propri collassamenti. Tutto ciò spiega l’attivazione dell’ente Provincia per procedere con gli abbattimenti, soprattutto con l’utilizzo di trappole, prima che la popolazione possa diventare incontrollabile.

L’articolo completo su La Provincia di sabato 21 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA