Altro capriolo investito sulla Provinciale  «Basta, ci vogliono le reti di protezione»
Soccorsi a un capriolo in un’immagine d’archivio

Altro capriolo investito sulla Provinciale

«Basta, ci vogliono le reti di protezione»

Almeno dieci gli animali morti in Valle Intelvi, con rischi per gli stessi automobilisti

Servono le reti di protezione e più dissuasori ai bordi delle strade . Un altro cucciolo di capriolo è stato investito ieri mattina all’alba sulla strada provinciale 13 della Valle d’Intelvi in prossimità della frazione di Scaria.

Sono almeno una decina gli incidenti con gli ungulati che hanno avuto esito mortale segnalati dall’inizio dell’anno. Un trend in forte aumento che preoccupa soprattutto gli automobilisti in transito durante il mattino e nelle ore serali.

Ad imbattersi con il capriolo una conducente della zona che ha preso in pieno l’animale con la propria utilitaria uccidendolo sul colpo. Diversi i danni alla carrozzeria subiti dal veicolo. Sul posto a recuperare la carcassa gli agenti del corpo forestale dello Stato del comando Pellio Intelvi che hanno chiesto l’ausilio dei veterinari del presidio Asl di San Fedele.

Altri dettagli sul giornale in edicola sabato 5 marzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA