Con l’auto nel dirupo  per oltre 60 metri a Argegno
L’auto volata da 60 metri: i due occupanti sono praticamente illesi

Con l’auto nel dirupo

per oltre 60 metri a Argegno

Terribile incidente attorno all’una di notte. Illesi per miracolo

Soccorsi dai vigili del fuoco e dalla Cri Cernobbio

Devono la vita a un pino, una recinzione che delimita un terreno a balze e ad una siepe, oltre sicuramente ad una buona dose di fortuna. Due giovani di 20 e 21 anni di Brienno e Cernobbio - che a bordo di una Ford Focus tornavano verso casa da Schignano (dove avevano partecipato alla storica “Vegèta”) - sono usciti praticamente illesi dopo un volo di 80 metri cadenzato da numerosi impatti con le balze di un prato scosceso. Sono stati soccorsi dai vigili del fuoco e dalla Croce rossa di Cernobbio. L’intervento dei pompieri e dei soccorritori è stato provvidenziale. I due ragazzi sono usciti praticamente illesi. «Un miracolo».

L’auto infatti, all’altezza del penultimo tornante di Argegno (ormai in prossimità della statale Regina) è andata dritta sfondando il cancello e la ringhiera di un’abitazione, prima di cominciare la vorticosa e interminabile caduta che ha svegliato diversi residenti, tra cui il sindaco Roberto De Angeli e suo suocero Roberto Dotti, i primi ad accorrere sul posto per prestare i primi soccorsi ai due giovani.

I dettagli su La Provincia in edicola sabato 7 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (6) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
ALDO FRASSINI scrive: 11-01-2017 - 22:03h
@Marco Bianchi ma va' io non difendo nessuno. Basta dire che tornavano dalla vegeta e l'articolo potrebbe già finire lì. Volevo solo segnalare che sulla S.P. di Schignano in alcuni tratti in ombra il bordo strada rimane brinato anche per intere settimane
Marco Bianchi scrive: 07-01-2017 - 18:58h
@Aldo Frassini: ah è il ghiaccio. Quante auto avranno fatto quella strada nelle 2 ore prima e dopo l'incidente? Quante sono finite lunghe? Il ghiaccio è uguale per tutti, basta con questo protezionismo èsemprecolpadeglialtri. Pieno accordo con JB
ALDO FRASSINI scrive: 07-01-2017 - 16:59h
@JB è vero, parlano di cancello e ringhiera. Per il ghiaccio è probabile perché in quella zona ci rimane per parecchi giorni senza andar via. Altre ipotesi? Fattibili
J B scrive: 07-01-2017 - 16:38h
@ Aldo, c'e' scritto "cancello e ringhiera di un' abitazione", non guard rail. Comunque per andare dritti ad un tornante o c'era ghiaccio, cosa che dubito visto l'umidita' pari a zero, o si stavano divertendo a fare un rally e hanno sbagliato la curva, o nel sangue avevano molto molto vin brule'. Visto che la seconda e terza ipotesi sono le piu' probabili, mi auguro che paghino un conto salato per la distruzione del cancello e della ringhiera e che la patente gli venga ritirata per tanto tempo
Vedi tutti i commenti