Danno fuoco alla targa Anpi  che ricorda la morte del duce
La targa dell’Anpi bruciata (dal profilo Fb di Mauro Guerra)

Danno fuoco alla targa Anpi

che ricorda la morte del duce

Tremezzina, lo sdegno del sindaco Mauro Guerra

Hanno bruciato il cartello posato dall’Anpi il 6 ottobre 2012 a Giulino di Mezzegra e che ricorda il luogo della morte di Benito Mussolini. Secondo i primi accertamenti, l’episodio si è verificato quasi certamente in pieno giorno. Alle 19 di ieri la prima segnalazione. Sul posto il comandante della polizia locale, Massimo Castelli e i carabinieri della stazione di Tremezzina. Il cartello posato dall’Anpi si trova esattamente a metà strada tra la croce con la scritta “Benito Mussolini - 28 aprile 1945” - ubicata sul muro perimetrale di Villa Belmonte - e il (nuovo) Largo Partigiani Tremezzini. Dura la condanna del primo cittadino e parlamentare Pd: «I fascisti usano così. Ma non ci intimidiscono. Ci rendono solo più consapevoli di ciò che hanno rappresentato e rappresentano nella storia e nel presente di questo nostro Paese. Puliremo il cartello e denunceremo i delinquenti».

L’articolo completo su La Provincia di mercoledì 13

© RIPRODUZIONE RISERVATA