Ferito in moto per un cervo a Grandola  «Ora fermate gli incidenti sulla statale»
I cervi che tentano di attraversare la strada sono un problema per chi se li trova davanti di colpo

Ferito in moto per un cervo a Grandola

«Ora fermate gli incidenti sulla statale»

La moglie di Dell’Era lancia una raccolta firme sui social network: servono le barriere «Troppi animali d’intralcio alle auto e chi è in moto rischia doppio»

Un mese fa suo marito, Vincenzo Dell’Era, 56 anni, frontaliere di Dongo che usava la sua vecchia e cara Moto Guzzi per andare al lavoro oltre confine, finì contro un grosso cervo all’altezza della centrale di Grandola, riportando fratture a una clavicola, a un gomito e ad entrambi i polsi.

Dopo più interventi chirur gici, è tuttora convalescente e avrà postumi invalidanti permanenti.

Interventi incisivi

E lei, la moglie, Fernanda Salice, che fin da subito aveva cercato di chiedere maggior attenzione verso una problematica diffusa, sulle strade che attraversano il Pian di Spagna e nella zona di Grandola ora ha creato si facebook la pagina “Raccolta firme per la messa in sicurezza della ss 340”. Si tratta di una petizione on-line che verrà poi indirizzata al presidente della Regione, Roberto Maroni, al presidente della comunità montana, Mauro Robba, oltre che al servizio caccia della Provincia e all’Anas.

Tutti i dettagli su la Provincia in edicola mercoledì 4 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA