Lanzo, Fonte Paraviso venduta ai cinesi  E dopo 4 anni riaprirà la fabbrica
L’ingresso dello stabilimento di Lanzo, che non è più utilizzato da quattro anni

Lanzo, Fonte Paraviso venduta ai cinesi

E dopo 4 anni riaprirà la fabbrica

Lanzo Intelvi Secondo le indiscrezioni,il gruppo Val Menaggio firmerà il rogito entro fine mese Nel 2012 la produzione era stata trasferita nel quartier generale di Plesio. E adesso la svolta

Lo stabilimento Fonte Paraviso, la storica sorgente di acqua minerale per oltre un secolo radicata fortemente ai bisogni della popolazione di Lanzo e della Valle d’Intelvi, riaprirà i battenti.

Gli immobili, la concessione e l’attività di imbottigliamento sono stati acquistati da una società cinese direttamente dal gruppo Acque Minerali Val Menaggio con sede a Plesio che imbottiglia il famoso marchio Chiarella e Fontelaura. Un investitore di spessore arrivato dall’oriente e pronto a far decollare la produzione dopo quattro anni di inattività e rendere lo stabilimento competitivo sul mercato nazionale ed estero.

Una cessione ,la Paraviso , che farà sicuramente bene al territorio della Valle d’Intelvi e alla stessa società di Plesio che, dopo la cessazione dell’attività in Valle , si era detta disponibile alla sua alienazione qualora si fosse fatto avanti un investitore disponibile a rilevarla. I vertici della Chiarella, interpellati dal nostro giornale, non hanno rivelato i dettagli dell’operazione, il valore della vendita, ne il nome della cordata di imprenditori asiatici che hanno portato a conclusione la trattativa. Una sola conferma : a fine mese sarà firmato il rogito davanti il notaio.

I dettagli su La Provincia in edicola venerdì 8 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA