«Lasciate i frati a Dongo»  Appello dei giovani
Il santuario della Madonna delle Lacrime (Foto by foto selva)

«Lasciate i frati a Dongo»

Appello dei giovani

Lettera al ministro provinciale dell’Ordine

«Il convento è il nostro punto di riferimento

Senza di loro questi posti perderanno l’anima»

I giovani dell’Alto Lario vogliono tenersi stretti i frati e bussano al cuore dei superiori dell’Ordine francescano per far sì che il convento di Dongo continui ad essere abitato e a funzionare.

«Dinanzi alla notizia del possibile abbandono dei frati, condividiamo anche noi la preoccupazione di molta altra gente del luogo – assicura Irina Crosta, di Musso, che fa da portavoce per gruppo giovanile del territorio vicino al convento – . Siamo convinti che, senza i francescani, presenti qui da 400 anni, questi luoghi perderanno la loro anima, quella vera.

Animati da buoni propositi, ci siamo permessi di inviare a padre Mario, ministro provinciale dell’Ordine, una lettera con la quale chiediamo semplicemente di essere ascoltati».

I dettagli su La Provincia in edicola giovedì 1° settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA