Le strisce pedonali “trappola”  «Cinque incidenti, spostatele»
L’attraversamento pericoloso sulla Regina

Le strisce pedonali “trappola”

«Cinque incidenti, spostatele»

Griante, appello dei residenti che vivono lungo la Regina

Le strisce pedonali lungo la Regina - non distante dal pontile dove attraccano i traghetti - proprio non vanno bene. Prova ne è che ogni anno quattro o cinque pedoni vengono investiti. L’ultimo episodio si è verificato quindici giorni or sono. Protagonista suo malgrado una giovane stagista dello storico negozio da parrucchiera di Gaetana Cantoni. L’insidia in corrispondenza di quell’attraversamento pedonale è doppia: da un lato (a ridosso della corsia direzione Menaggio) un albero ad alto fusto lì da tempo immemore, dall’altro il muro perimetrale di un immobile.

«Spero che il Comune si attivi con Anas al più presto, perché davvero quelle strisce pedonali sono pericolose - spiega “Gae” Cantoni -. In 16 anni purtroppo sono accaduti numerosi incidenti, spesso di tratta di turisti. È un punto critico della viabilità. Visto che si sta intervenendo per mettere in sicurezza, quanto al “pericolo incidenti”, la statale Regina, si intervenga anche qui».

Che fare? «Bisogna spostare l’attraversamento pedonale di alcuni metri - suggerisce la stessa negoziante - Ora è a ridosso del muro perimetrale dell’immobile d’angolo. E la visuale è compromessa».

L’articolo completo su La Provincia di venerdì 9 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA