Non è islamico, nozze negate.   Ma vince lui a Carlazzo
Il municipio di Carlazzo: le nozze s’hanno da fare...

Non è islamico, nozze negate.

Ma vince lui a Carlazzo

Il nullaosta per il matrimonio con una ragazza marocchina era subordinato all’attestato di conversione. Un giovane del paese si rivolge al giudice di Como che gli dà ragione

Lei è di nazionalità marocchina, lui di Carlazzo. Si amano e vogliono sposarsi. Nel febbraio scorso avevano presentato richiesta di matrimonio al Comune di Carlazzo, ma gli uffici l’avevano respinta, perché il mancato nullaosta da parte della competente autorità del Paese di origine della sposa.

Il Marocco, infatti, subordina il rilascio del documento di nulla osta a un attestato di conversione all’Islam dell’altro futuro coniuge, in questo caso cattolico.

Assistito da due legali

Ma il giovane di Carlazzo intende solo coronare il sogno d’amore con la sua fidanzata, senza alcuna intenzione di convertirsi alla religione islamica. E così la coppia si è rivolta a due legali che sono andati a fondo della questione.

I giudici del tribunale di Como, hanno accolto il ricorso della coppia, giudicando illegittimo il rifiuto opposto dall’ufficiale dello stato civile del Comune di Carlazzo alla richiesta di pubblicazione matrimoniale e ha ordinato al medesimo di procedere alla formalità avanzata dai due fidanzati.

I dettagli su La Provincia in edicola venerdì 17 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA