Pellio, ladri armati di piccone  Furto in casa dell’assessore
La zona di Pellio Inferiore dove è stato consumato il furto

Pellio, ladri armati di piccone

Furto in casa dell’assessore

Forzata una porta, i malviventi hanno smurato la cassaforte. Si sono dileguati con gioielli, orologi, ricordi di famiglia e denaro

Ladri armati di piccone smurano la cassaforte e saccheggiano la villetta dell’assessore comunale Luca Fasoli.

I ladri sono entrati in azione mercoledì notte svaligiando l’abitazione nella zona residenziale sulla via Ercole Ferrata nel pieno centro storico di Pellio Inferiore. I malviventi sono penetrati all’interno dell’abitazione forzando una porta finestra che dà sul giardino e che conduce direttamente all’interno dell’abitazione approfittando dell’assenza dei proprietari. Dopo l’effrazione, i malviventi che è confermato hanno agitato sicuramente di notte, hanno fatto man bassa di gioielli e preziosi. Tra la refurtiva anche un orologio da collezione antico.

La merce rubata era stata preventivamente schedata e fotografato da parte dei proprietari. Ingente il bottino tra gioielli, la maggior parte ricordi di famiglia, preziosi e danaro contante. Spariti anche documenti anagrafici e atti notarili.

«Hanno messo tutto a soqquadro. Disordine dappertutto. Hanno violato la nostra intimità - dice Luca Fasoli - Mia moglie e mia figlia hanno impiegato due giorni per rimettere tutto a posto. A parte il valore commerciale, il dispiacere più grande è che si tratta di ricordi di famiglia. Regali legati a momenti felici ed importanti della vita familiare e da un punto di vista effettivo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA