Statale Regina, arrivano i movieri  Più controlli contro gli ingorghi

Statale Regina, arrivano i movieri

Più controlli contro gli ingorghi

Da domani impegnati dodici volontari per regolare il traffico dei veicoli. Mille ore di vigilanza in più sui tre km tra Colonno e Ossuccio

Calcolatrice e calendario alla mano, quest’anno gli “osservatori del traffico” metteranno in campo nei 3 chilometri scarsi che separano il confine tra Colonno e Sala Comacina da Isola di Ossuccio - lungo la martoriata statale Regina - qualcosa come mille ore in più di attento monitoraggio della viabilità, in primis Tir e pullman turistici.

Un impegno non di poco conto che da domani, lunedì 5 giugno, alle 7 sino alle 19 del 30 settembre chiamerà alle “grandi manovre” 12 volontari a turni di 3. Il servizio è affidato al Consorzio Forestale - non una scelta casuale, verrebbe da dire, vista la giungla di traffico che da mesi si è impadronita della Regina - tramite i volontari della Protezione Civile della Comunità montana Lario-Intelvese.

L’esperienza dello scorso anno insegna che lungo la statale 340 non bisogna dare nulla per scontato. Ad esempio, basta un’indecisione da parte del conducente di un camper (da tempo non se ne vedevano tanti come in questi giorni) per scatenare il caos più assoluto in entrambe le direzioni di marcia. Il primo punto d’osservazione - già ampiamente collaudato nella torrida estate del 2016 - sarà in corrispondenza del confine tra Colonno e Sala Comacina.

Altri dettagli sul giornale in edicola domenica 4 giugno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA