Bregnano, il cantiere che non finisce mai  La rabbia degli artigiani: «Adesso basta»
Del sovrappasso si vedono soltanto i piloni: il cantiere è bloccato ormai da tempo

Bregnano, il cantiere che non finisce mai

La rabbia degli artigiani: «Adesso basta»

Il caso La strada che dovrebbe collegare a Cermenate è ferma da mesi, il sovrappasso bloccato

La strada che collega Bregnano a Cermenate è chiusa da febbraio, i cantieri sono bloccati, dovevano concludersi entro maggio, ma i lavori promettono di durate fino al 2018.

I sindaci sono pronti a fare la voce grossa con Pedemontana e con Regione Lombardia, nel mentre oggi, lunedì alle 21 artigiani e commercianti sono attesi al salone polifunzionale di via Nazario Sauro.

«L’interruzione delle vie comunali ha comportato notevoli disagi – così scrivono a quattro mani il sindaco di Bregnano Elena Daddi e il sindaco di Cermenate Mauro Roncoroni, in una lettera inviata giovedì 13 luglio proprio a Pedemontana e Regione – in termini di traffico nelle ore di punta, ma anche come grave danno alle attività produttive e commerciali. Ciò nonostante la società costruttrice Nuova Briantea, in forte ritardo con l’esecuzione dei lavori, ha chiesto una proroga delle ordinanze di chiusura, gioco forza visto che la sede stradale di via Garibaldi e di via Matteotti è stata demolita per realizzare il sovrappasso oggi fermo».

Del nuovo ponte si vedono solo i piloni, sotto i costruttori dicono di aver scoperto delle falle nel terreno, dei vuoti da colmare con iniezioni di cemento, l’opera altrimenti sarebbe a rischio crollo.

I dettagli su La Provincia in edicola lunedì 17 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA