Castelnuovo Bozzente  «Qui il supermarket della droga»
La tenda che fungeva da luogo di spaccio della droga nel bosco di Castelnuovo Bozzente

Castelnuovo Bozzente

«Qui il supermarket della droga»

Una squadra di volontari e di guardie del parco Pineta ha ripulito una zona boschiva Frequentata da spacciatori e clienti. Trovato materiale per confezionare le dosi e una tenda che faceva da “negozio”

Sgomberato il villaggio dello spaccio e, nei luoghi più a rischio, sono comparsi cartelli antidroga.

Corre sul doppio binario della prevenzione e del contrasto allo spaccio di droga la battaglia contro un fenomeno che rischia di espropriare alla libera fruizione dei cittadini intere fette di territorio. Almeno una è stata simbolicamente restituita alla cittadinanza, con lo smantellamento di un “campeggio” di fortuna per spacciatori e tossici, nell’ambito della “Giornata del verde pulito”.

Una squadra di volontari e di guardie del parco Pineta, con l’assistenza della polizia locale e dei carabinieri di Olgiate Comasco, hanno ripulito la zona boschiva a mezzo chilometro dal paese, al confine con Tradate, frequentata da spacciatori e clienti.

Una “terra di nessuno”, al confine tra le due province, che quotidianamente, da mattina a sera tarda, diventa luogo di smercio di sostanze stupefacenti (eroina e cocaina).

I dettagli su La Provincia in edicola mercoledì 22 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA