«Gli esposti alla Corte dei conti?  Attacchi elettorali: la coscienza è a posto»
Il sindaco di Olgiate Maria Rita Livio

«Gli esposti alla Corte dei conti?

Attacchi elettorali: la coscienza è a posto»

Il sindaco di Olgiate si difende dagli attacchi della Lega

«Nessuno degli amministratori ha compiuto atti illeciti»

Oltre cinquanta esposti in un anno su una molteplicità di questioni diverse, per presunte inadempienze dell’amministrazione comunale.

Sindaco Livio, che cosa succede al Comune di Olgiate?

Questa sequela di denunce, concentrata specialmente a fine mandato, fa riflettere sulle reali motivazioni che sottendono a questi comportamenti. A mio giudizio, c’è un tentativo di portare in campagna elettorale degli argomenti falsi, oltre che velenosi.

Gli ultimi esposti riguardano il programma integrato d’intervento di via Roma (As2), opera qualificante del vostro mandato.

La denuncia protocollata da tre consiglieri di minoranza il 17 febbraio è stata fatta per presunte inottemperanze da parte degli uffici, soprattutto per quanto riguarda le proroghe concesse all’operatore privato (Nuovo Spazio srl, ndr) sulla durata dei lavori. Queste, come altre denunce del consigliere di minoranza Igor Castelli, hanno preso di mira i dipendenti comunali. Noi siamo assolutamente sicuri della loro onestà e correttezza. Nessuno degli attuali amministratori ha mai chiesto ai dipendenti di fare qualcosa contro le norme di legge.

L’intervista completa e le altre voci del dibattito sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA